Steve Webster, il re delle tre ruote

di Maurizio Mazzoni

foto cortesia di Jon Mitchell



Steve Webster appartiene alla scuola dei grandi sidecaristi inglesi che hanno illuminato la storia del mondiale, a cominciare dal capostipite Eric Oliver.

Con la vittoria di quest’anno Steve Webster, nato a York il 7 gennaio 1960, ha conquistato il suo nono riconoscimento mondiale, ideale anello di collegamento del periodo difficile nel quale i mezzi a tre ruote sono stati estromessi dal Motomondiale nel 1997 per costituire, grazie alla ISRA (International Sidecar Racing Association) la FIM Sidecar World Cup e riacquisire finalmente nel 2001 nuova dignità di campionato mondiale con il gruppo FGSport e la nascita della classe Superside.

Le prime tracce di Steve Webster nelle classifiche mondiali risalgono a vent’anni fa, al 1983 per l’esattezza; erano gli anni di Nieto, Kenny Roberts sr., di Spencer, Uncini e Lucchinelli, all’epoca Gianola, Gresini e Cadalora si affacciavano timidamente alla ribalta iridata, tutta gente che ha smesso da tempo, mentre Webster, come moltissimi sidecaristi, resiste imperterrito agli assalti del tempo.

Oggi, dopo venti anni, Steve Webster può contare su 9 titoli iridati: 4 campionati mondiali all’epoca dei gran premi nel 1987, 1988, 1989 e 1991, 4 successi nelle World Cup ininterrottamente dal 1997 al 2000 ed ora la vittoria nel 2003 nel campionato mondiale Superside.

Il tutto ovviamente condito da 57 vittorie in gare mondiali, suddivise in 23 successi ottenuti nel Motomondiale fra il 1986 ed il 1996, 20 nelle gare della World Cup fra il 1997 ed il 2000, ed infine 14 nel mondiale Superside, successi che ovviamente devono essere condivisi con i passeggeri che sono stati al suo fianco in questi vent’anni: Tony Hewitt, Gavin Simmons, Adolf Hänni, David James ed infine Paul Woodhead.

Ecco la carriera mondiale di Steve Webster racchiusa in cifre.

Campionato Mondiale Sidecar

Anno

Moto

Passeggero

Class.

Mond.

G.P. vinti

Circuiti

1983

Yamaha

T.Hewitt

16°

 --

 --

1984

LCR Yamaha

T.Hewitt

 --

 --

1985

LCR Yamaha

T.Hewitt

 --

 --

1986

LCR Yamaha

T.Hewitt

1

Spa

1987

LCR Krauser

T.Hewitt

3

Jerez, Hockenheim, Donington

1988

LCR Krauser

T.Hewitt

3

Donington, Anderstorp, Brno

1989

LCR Krauser

T.Hewitt

4

Laguna Seca, Hockenheim, Assen, Donington

1990

LCR Krauser

G.Simmonds

3

Jerez, Nürburgring, Le Mans

1991

LCR Krauser

G.Simmonds

5

Laguna Seca, Jerez, Misano, Salzburgring, Jarama

1992

LCR ADM

G.Simmonds

2

Jerez, Hockenheim

1993

LCR ADM

G.Simmonds

2

Hockenheim, Anderstorp

1994

LCR Krauser

A.Hänni

 --

 --

1995

LCR ADM

D.James

19°

 --

 --

1996

LCR ADM

D.James

 --

 --

FIM Sidecar World Cup

1997

LCR Suzuki

D.James

6

Hungaroring, Assen, Nürburgring, Anderstorp, Most, Grobnik

1998

LCR Suzuki

D.James

4

Salzburgring, Assen, Donington, Oschersleben

1999

LCR Suzuki

D.James

6

Phillip Island, Albacete, Monza, A1-ring, Assen, Hockenheim

2000

LCR Suzuki

P.Woodhead

4

Phillip Island, Donington, Monza, Misano

Campionato Mondiale Superside

2001

LCR Suzuki

P.Woodhead

4

Lausitzring, Misano, Brands Hatch, Imola

2002

LCR Suzuki

P.Woodhead

4

Phillip Island, Brands Hatch, Oschersleben, Assen

2003

LCR Suzuki

P.Woodhead

6

Valencia, Oschersleben, Silverstone, Brands Hatch, Assen-1, Assen-2



comments powered by Disqus

Altri commenti

filippo2

I sidecaristi sono decisamente gente un po' strana, ma alcuni di loro sono veramente grandi. Brovissimo Webster, come a suo tempo fu grandissimo Biland e, prima ancora Deubel, Camathias, Oliver ecc.
Peccato che la FMI abbia strangolato i sidecar, danno sempre uno spettacolo eccezionale!

Inserito: 24 ottobre 2003
Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, è gratis!

Commento


Commenti sul motociclismo meridionale e non solo


Articoli più letti

Articoli precedenti su MotoCorse.com

Out Rider Piacenza

Out Rider Piacenza
in Altre notizie

Presentata la Petronas FP1 stradale

Presentata la Petronas FP1 stradale
in Moto e mercato

Provata a Mantova la nuova Honda 250 4 tempi

Provata a Mantova la nuova Honda 250 4 tempi
in Offroad