La pagella del Dicos Motogp Silverstone

di Alfredo Di Costanzo

La pagella del Dicos Motogp Silverstone

JORGE LORENZO 10: A Silverstone lo spagnolo sferra un duro colpo per la lotta al titolo. Lo assesta come ama fare, a suon di magistrali pennellate che raccordano le curve come una cornice racchiude un capolavoro su tela. Sereno, consapevole delle potenzialità proprie e della M1, si appresta a vivere le note della marcia trionfale in versione 2012. Magnifico!

 

CASEY STONER 8,5: La nuova gomma modello 33 mal si adatta alle Honda.

Versione morbida o meno morbida, guidare per i piloti dell’ala dorata è diventata dura. Il Canguro Mannaro ci mette del suo per rimanere in testa, ma deve arrendersi al binomio perfetto della stagione. Le dichiarazioni del suo ritiro si sono trasformate in acqua santa per il veloce diavolo d’inizio campionato. Anche se a testa alta, in Inghilterra il primo degli sconfitti è lui!

 

DANIEL PEDROSA 7,5: Ennesimo podio, ennesima prestazione da pilota veloce ma non in grado di fare la differenza. Chimera mondiale!

 

ALVARO BAUTISTA 8: L’iberico del Team Gresini è la piacevole sorpresa della trasferta inglese. Pole position e podio sfiorato testimoniano la crescita di un pilota maturato molto negli ultimi tempi. Progressista!

 

BEN SPIES 7: L’inizio di gara è scoppiettante, ma qualche errore di troppo lo distanzia dalle posizioni del podio. Un timido segnale di svolta c’è, ma per dire che è tornato il “Texas Terror” di un tempo ce ne vuole. In ripresa!

 

CAL CRUTCHLOW 10: Parte dal fondo, chiude sesto alla bandiera a scacchi. Più forte del dolore, irride la sfortuna con colpi di bravura, la sua grinta emoziona chi lo guarda dalle poltrone di casa e delle tribune. Eccezionale!

 

NICKY HAYDEN 7: L’americano svolge alla grande il compito richiesto ad una seconda guida. Nelle prime tornate è stato bello vederlo battagliare per la terza piazza. Purtroppo la sua moto è calata sulla distanza, ma al traguardo è il primo dei ducatisti, a quindici secondi dal vincitore. Non male!

 

STEFAN BRADL 6,5: Rispetto al solito si mette meno in evidenza, ma è sempre discreto al termine. Crescita costante!

 

VALENTINO ROSSI S/V: Dopo due diverse filosofie di costruzione dei telai, innumerevoli ripartizioni dei pesi, cambi quote da far rabbrividire la Snai, forcelloni provati in tutte le salse, cosa accade? Che il divario dai primi rimane lo stesso. Lui sulla rossa non va. La rossa con lui diventa ancora più rossa per la vergogna. A mio avviso le colpe sono da ripartire a pari demerito tra il pilota e la moto. Sul pilota dico che ha semplicemente sopravvalutato se stesso quando alla guida della Yamaha vedeva girare Stoner e la Ducati. Non me la sento, però, di gettare tutta la croce su Valentino. Certo lo sviluppo lo indirizza lui, ma a parer mio le realtà nelle quali Rossi ha lavorato in passato erano completamente diverse da quella dove è costretto a stare oggi. Un nove volte campione del mondo, poi, non può prendere paga in questo modo, a meno che non sia in età pensionabile. Se dopo due anni nessuno ha gioito, goduto, emozionato, insomma raggiunto l’orgasmo sportivo, è il caso che a fine stagione le strade si separino. Se sarà così, come quando si vince è frutto del connubio pilota-moto, lo stesso varrà per la coppia Rossi-Rossa al contrario. Cause delle delusioni saranno da ricercare in entrambi. Buco nell’acqua! 

 

ANDREA DOVIZIOSO 4,5:  A suo dire aveva margine per acciuffare la piazza d’onore. In effetti quando è rimasto in pista era bello gagliardo. Però…..Quando si tratta di dare il tocco del fuoriclasse, l’italiano del Team Tech 3 viene sempre meno. Ecco perché è un pilota veloce, ecco perché non è un fuoriclasse!

 

YAMAHA 10: La M1 nei polsi maiorchini si trasforma in uno Stradivari, dalle cui  corde provengono melodie sublimi per chi ama la guida pulita. Rispetto ad inizio anno i tecnici di Iwata hanno compiuto un mezzo miracolo, e da inseguitori sono diventati gli inseguiti. Straordinaria!

 

HONDA 7,5: Va detto che la fonte principale della differenza di prestazione tra la Rc213V e la M1 è la sigla 33. Non si tratta del numero di giri di un disco, ma del nuovo pneumatico della Bridgestone. Se con due differenti stili di guida, provoca chattering, c’è poco da ragionare sulla responsabilità. Le moto di Tokyo, poi, non hanno più nel motore l’elemento che faceva la differenza con la concorrenza. Un duro lavoro aspetta gli uomini Hrc!

 

DUCATI 5: Come anticipato, lo sprofondo rosso non è addebitabile al solo pilota di punta. A Borgo Panigale devono capire che battere i giapponesi adoperando le loro filosofie è impresa quasi impossibile. L’errore è stato quello di ascoltare le parole di chi è nato è cresciuto nei metodi di lavoro del Sol Levante. Devono, allora, ritornare a fare la “Ducati”. Attraverso soluzioni diverse, originali, frutto dell’intuito che solo chi nasce in Italia possiede, è possibile fare la differenza. Puntassero su nuovi e giovani piloti, invece di perdersi nelle tristi parole di chi non ha mai amato con il cuore la Desmosedici. Inoltre nel team iniziassero ad essere un pelino più schietti con chi, italiani, cercano polemiche pretestuose. I pesci in faccia fanno male oppure no? Da rifondare!

 

GIULIO RANGHERI 10: Mi è piaciuto quando ha smorzato i toni sulla querelle dei due indizi valgono una prova. La sua signorilità, professionalità, competenza ed eleganza linguistica lo rendono piacevole all’ascolto. Bravo!

 

GARA 8: Le prime tornate sono state belle ed il pathos non è mancato. Nel finale, quando il rendimento delle gomme ha influito sulle prestazioni dei piloti, l’interesse è calato. Bello il duello Jorge-Casey. Diversa!

 

comments powered by Disqus

Altri commenti

asterix1763

Ottima pagella con valutazioni equilibrate e veritiere, in particolare sull'accoppiata Rossi/Rossa. Effettivamente vedere un pluricampione del Mondo continuare a collezionare figuracce è deprimente. Le conclusioni possono essere due: o Rossi ha ricevuto, in passato, il miglior materiale tecnico in esclusiva oppure è giunto all'età dell pensione. Fa specie, però, non vedere uno sprazzo della tanta decantata classe e ciò dovrebbe far riflettere sull'opportunità di proseguire o meno la carriera.
Per quanto concerne, invece, la telecronaca giusto l'alto voto dato a Rangheri. Giulio si dimostra davvero competente e rende piacevole la visione delle gare. Noto il suo collega, spesso, stupito da tale bravura ... Attento Guido!
Ad maiora Dicos!!!

Inserito: 19 giugno 2012
cerchioflashh

Fantastica pagella Dicos. Hai pesato i voti in una maniera ineccepibile, dando i giusti meriti e i giusti demeriti ai protagonisti della MOTOGP. Vale Rossi SV.. ma forse NP (non pervenuto) . Era nel suo nuovo ranch a Tavullia, o forse il Rossi della 125 è quello "vero".... non riesco a capire.

Il campionato è ancora lungo e secondo me riserverà ancora colpi di scena. La certezza è che il binomio Rosso è scoppiato e così non si può andare avanti per il bene di entrambi.

Inserito: 19 giugno 2012
stoppa

Caspita! Stavolta condivido in pieno tutta la pagella.

Inserito: 20 giugno 2012
Marco00

Le pagelle sono sempre perfette,ma è ora di mettere qualcun'altro sotto voto. Chi ha obbligato queste gomme,con la scusa della sicurezza e per di piu già a test già avvenuti? questa scelta è stata fatta per avvantaggiare qualcuno,o per spiazzare qualcun'altro? oppure entrambi i casi? la cosa certa è che Stoner ha guidato per metà gara con gomme finite,con gli stessi problemi di pedrosa,e di certo non sarebbe bastato quel Lorenzo in perfetta forma a tenerlo dietro.Affinchè le gomme c'erano Lorenzo era lontano...

Inserito: 20 giugno 2012
pompone636

Grande Dicos , impeccabile...

@asterix1763
Ovvio che rossi in passato ha sempre avuto il miglior materiale,e la vicenda della rossa di vergogna ne e' l'esatta conferma . ;-)
Lamps

Inserito: 20 giugno 2012
asterix1763

@pompone636
Io non ho dubbi, ma forse altri ...

Inserito: 20 giugno 2012
CASEYCIVINCEVA

io inizio a dire che qualunque cosa succeda in futuro, rossi - ducati e' stato un fallimento.quindi sara' inutile sottolineare che le giapponesi.......che la ducati.....ecc. ecc, stoner ci vinceva rossi no quindi rossi si e' sputtanato........stop, punto . chi salira' sulla ducati fara' meglio di rossi, rossi non vincera' piu' un mondiale e io continuero' per anni a provocarvi perche' negli anni passati mi sono legato tutto al dito e ho promesso che avrei ri tirato fuori tutte le storie sportivamente e con sarcasmo......ma le ritirero' fuori tutte..........rossisti preparatevi perche' ho delle sorprese per voi........come fate un passo falso......io saro' qui ad attendervi e allora ari daje max..........

Inserito: 20 giugno 2012
pompone636

@CASEYCIVINCEVA
Cmq non credo che bisognera' attendere l'arrivo di qualcuno ,rossi ne esce sconfitto gia' dai box col suo compagno di squadra niki...
Rossi ha fallito,ducati ha fallito seguendo le direzioni di rossi.

@asterix1763
Di dubbiosi,in questo blog ce ne son tanti.
CCV puo' esserne testimone,ma non demorde,ha tenacia...Peccato che e' simpatizzante del corsaro... Scherzo ;-),almeno lui se la gode,io da Ducatista devo solo soffrire,attendendo l'addio del dottore della mutua...SPERIAMO PRESTO DUCATI MERITA GIORNI MIGLIORI!
Lamps

Inserito: 20 giugno 2012
gioia

...uffff....certo che questa situazione Rossi-Ducati lascia al quanto attoniti.....(modo gentile per dire che palle!!!! ).....tralasciando l'attenta analisi del Dicos che merita al di là delle sviolinate, effettivamente da ambo le parti ci sono delle profonde deficienze ma credo che bisogna focalizzare il rpoblema sulla soluzione e non sul problema in se...Gioia :((((

Inserito: 20 giugno 2012
marchetiello

C'erano degli illusi che inneggiavano al ritorno del campione.
C'erano dei professoroni che giustificano l'uomo dal secondo in meno nel polso dicendo che era colpa della Ducati.
C'erano una volta....oggi causa loro malattie del fegato non ci sono più.....

Inserito: 21 giugno 2012
gioia

@marchetiello....!!!!!!
non esagerare marchetiello....anch'io sono una fan addolorata e delusa del 46 ma il mio fagato sta benissimo..... ;)))) Gioia

Inserito: 22 giugno 2012
kyknaki

Belle pagelle!

Inserito: 23 giugno 2012
Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, è gratis!

Commento


Commenti sul motociclismo meridionale e non solo


Articoli più letti

Articoli precedenti su MotoCorse.com

Speedway: Nico Covatti positivo in Ungheria

Speedway: Nico Covatti positivo in Ungheria
in Offroad

Il sidecar secondo Uglietti

Il sidecar secondo Uglietti
in Commenti sul motociclismo meridionale e non solo